La Cantina

La Società Cooperativa Agricola “Terre di Giafar” nasce nel 2008 per volontà di 14 imprenditori trapanesi decisi a conferire la propria produzione secondo i crismi della mutualità sottraendosi così alla speculazione degli operatori privati del trapanese. Credendo negli stessi principi e con i medesimi obiettivi altri soci hanno successivamente aderito all’iniziativa cosicché la superficie totale coltivata a vigneto ammonta ad oggi a circa 200 Ha.

La Cooperativa prende in affitto dal Tribunale di Trapani la struttura confiscata alla mafia di una storica cantina sociale del comprensorio. Con il sostegno della magistratura è stato così possibile impedire che l'ennesima struttura confiscata andasse alla deriva preda del vandalismo e dell'incuria.

Nella logica imprenditoriale gli stessi fondatori si sono dati un ordinamento interno scegliendo tra i Soci fondatori tanto il proprio Presidente nella figura del Dott. Agr. Antonino Spezia che i Consiglieri del Consiglio di Amministrazione.

La mission è quella di “fondere” in un unico corpo e in un’unica anima tutte le singole aziende conferitrici abbattendo i costi di gestioni tipici delle piccole imprese realizzando un reddito pro capite competitivo con gli operatori privati del settore. 

La struttura, sorta nel 1967 è oggi totalmente ristrutturata ed arricchita delle più moderne e tecnologicamente avanzate attrezzature per la lavorazione delle uve ha una capacità di stoccaggio pari a 60.000 quintali di uva. Il conferimento totale degli attuali soci della Cooperativa, però ammonta a circa 10.000 quintali di uva altamente selezionata e che permette la produzione di vini di alto pregio.

La cantina è dotata anche di una linea di imbottigliamento quasi interamente meccanizzata che permette di produrre 2.500 bottiglie all’ora. La Cooperativa, oltre ad imbottigliare i propri vini, offre il servizio di imbottigliamento per aziende terze differenziando così l'attività ed aumentando gli introiti che vengono poi ripartiti tra i soci.

Attualmente la Cantina offre due linee di vini in bottiglia: una linea "élite" che presenta un packaging ricercato  e vini monovarietali quali Nero d'Avola, Syrah e Merlot come rossi e Grillo,  Catarratto e Grillo vendemmia tardiva come bianchi e una linea base presentata in una veste coloratissima e costituita da blend aromatici quali Nero d'Avola/Merlot come rosso e Catarratto/Inzolia e Grillo/Zibibbo come bianchi e la particolarità di un Nero d'Avola vinificato in bianco.

La scelta aziendale è quella di puntare per lo più sui vitigni storici tipici siciliani e poco sui vitigni internazionali nello spirito di valorizzare le produzioni autoctone.

Punte di diamante della Cantina sono il Grillo vendemmia tardiva ottenuto raccogliendo a mano uve Grillo appassite in pianta e successivamente vinificate con accorgimenti simili a quelli utilizzati per   i vini passiti e il Nero d'Avola vinificato in bianco che offre la possibilità di degustare i tipici aromi delle uve Nero d'Avola in un vino bianco di gradevole beva. 

 

Dicono di noi 


- Cronache dal Vinitaly

- La cantina “quasi” sociale nel trapanese